EX MOI: NUOVE NORME PER OTTENERE ALLOGGIO E LAVORO.

“…sei un occupante abusivo? sei un immigrato clandestino? magari hai commesso anche qualche reato?”
Bene questi sono i nuovi requisiti che dovranno avere i Torinesi indigenti, per ottenere un alloggio e un nuovo lavoro!
Parte la denuncia del Consigliere Regionale VIGNALE (Movimento Nazionale), dopo aver appreso la notizia dei 150 alloggi trovati per gli occupanti del MOI.
“E’ incredibile -afferma VIGNALE- come la giunta pentastellata del Comune di Torino con il plauso della Regione, intenda applicare una sorta di razzismo al contrario nei confronti di tutti quei torinesi che da anni sono in graduatoria per ottenere una casa popolare.”
Appare ancora più strano –prosegue VIGNALE- che a fronte di un censimento di soli 110 volontari, il manager Maspoli affermi che il 90% degli occupanti ha titolo di stare in Italia. Delle due una, o Maspoli conosce personalmente i 900 occupanti che hanno rifiutato di farsi censire o più verosimilmente gli stessi preferiscono restare nell’ombra per continuare a delinquere.
“Non erano queste le promesse fatte in campagna elettorale dal Sindaco Appendino –termina VIGNALE- i residenti di quel quartiere da troppi anni subiscono passivamente l’arroganza di chi in quei palazzi non dovrebbe starci, ed è per questo che presenterò un’interrogazione in Consiglio Regionale per vederci chiaro in questa vicenda”.
Il Movimento Nazionale in nome del suo coordinatore cittadino Ferrante De Benedictis e del suo Vice Luigi Furgiuele, annunciano un sit-in presso le palazzine, per riportare l’attenzione in quell’area.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website